martedì, luglio 18, 2006

IO STO CON MOGGI!


Buffon, Zebina, Cannavaro, Thuram, Zambrotta, Camoranesi, Emerson, Vieira, Nedved, Ibrahimovic, Trezeguet.

Questa sequenza di calciatori la si può intendere in 2 modi: è si la squadra che ha STRADOMINATO in Italia negli ultimi 2 anni (78 partite consecutive in testa alla classifica, record di sempre), ma è anche l'insieme dei giocatori che a giorni potrebbero lasciare la Juventus a prezzi di saldi estivi.

Gli avvoltoi già volteggiano su Torino, Moratti già pregusta qualche campione bianconero da regalare alla sua Inter: nella vita è giusto provare tutto, quindi dopo anni di vittorie è capibile che un giocatore voglia giocare per perdere. Quindi, è giusto che vada all'Inter! Vero Ibrahimovic e Vieira?

A Torino è freddo, meglio Milano con la sua nebbia... Questa la scelta di Miss Alena, cui Buffon si era rassegnato già da mesi (eloquente il suo giro di campo dopo la partita col Palermo in e campionato, che mi aveva sinceramente dato l'impressione di un silenzioso e malcelato addio.

Capello chiama, Emerson, Cannavaro e Zambrotta rispondono. Le sirene madridiste sono un richiamo troppo forte (e anche gli ingaggi...), superiore anche alla riconoscenza che alcuni di questi dovrebbero avere verso la Juve. Ma la riconoscenza è una virtù dei veri uomini, di coloro che non abbandonano nei momenti di difficoltà, di quelli che oltre a ricevere (dai tifosi), danno!
Quindi adios, e forza Barcellona!!!

Infine ci sono quei "campioni" che, a scanso di equivoci, vogliono chiedere la rescissione del contratto per giusta causa. La società, oltre all'immane danno economico causato dalla caduta in B per uno o più anni, rischia anche che i suoi campioni si accasino altrove gratis, negando la possibilità alla società di consolarsi con i proventi delle cessioni dei suoi campioni. Parlo, in questo caso, di Thuram e Trezeguet, giocatori venerati dal popolo bianconero, che hanno visto bene di ripagare l'affetto dei tifosi in questo modo.

Non si può tornare indietro, questa è la realtà. Abbiamo scoperto (come se non lo sapessimo) che in questo mondo i sentimenti stanno a zero.

In questo schifo generale, si distinguono 3 PERSONE, i quali hanno dichiarato amore eterno alla Juve, anche all'inferno della B: Alessando Del Piero, Marco Marchionni e Giorgio Chiellini.
Chi l'avrebbe maidetto che Chiellini sarebbe diventato un idolo della tifoseria bianconera, ma tant'è: lui rimane a Torino e la nostra riconoscenza per lui sarà incondizionata.

Mirante, Masiello, Tudor, Legrottaglie, Olivera, Paro, Marchiso, Gasbarroni, Palladino, Volpato, Sculli

Anche la formazione qui sopra la si può vedere in 2 modi differenti: è sia una discreta formazione composta da giovani promesse, che ben figurerebbe in serie A, sia 11 giocatori più che validi che Moggi ha dato in prestito ad altre squadre sparse per lo Stivale, e che integreranno ( a costo 0) la nuova Juve in serie B.

Volete sapere una cosa? Io sto con Moggi!

La prima squadra dimostra quanto eravamo forti. Non avevamo bisogno di aiuti arbitrali (e non credo che ce ne siano stati, o almeno in malafede), questi giocatori hanno dimostrato al mondiale che sono tra i più forti. E chi aveva formato questa corazzata, a cui vanno aggiunti campioni del calibro di Mutu, Del Piero, Balzaretti, ecc....

Inoltre, come se non bastasse, ora possiamo attingere dai giocatori che Lucianone aveva lasciato in prestito o in comproprietà, cosa che non hanno mai fatto altre squadre milanesi e romane.

Ma esaminiamo la situazione del processo calciopoli, a qualche giorno dalle sentenze di appello.

Palazzi ha presentato ricorso contro Juve e Milan, ma non contro Galliani (mah...), vuoi vedere che in appello il Milan riesce a sgraffignare anche la qualificazione in Champions League? Sarebbe la giusta conclusione di questa farsa...

Ho letto che i legali del Milan hanno presentato ricorso per la sentenza di 1° grado. Ora, io mi chiedo se ci sono o se ci fanno... E' solare che sono invischiati nella vicenda come o forse più che la Juve, sono stati graziati in giudizio e pretendono anche che la pena sia ridotta, o addirittura l'assoluzione?

Ok, siamo nel paese delle banane, ma ad un assoluzione del Milan non ci voglio neanche pensare. Se il presupposto di colpevolezza della Juve sono delle telefonate di Mogg, che possono essere interpretate in 1000 modi, senza lo straccio di una prova, come dev'essere interpretato il buon Meani che ordina quando azare e quando abbassare le bandierine ai guardalinee, che per giunta risultano essere ultras milanisti?
Se la Juve è da B, anche il Milan dovrebbe finirci! Oppure si ammettesse che alle parole non seguono i fatti, oppure che nessuna prova è in grado di dimostrarlo,e allora serie A per tutti, ma non amnistia, ma assoluzione piena!

Passiamo all'Inter, che pretende lo scudetto. Caliamo un velo penoso! Leggetevi il post che ho fatto sul patteggiamento di Recoba (iilecito che dovrebbe portare alla retrocessione), quello sulla confessione di Ferruccio Mazzola sul doping che praticavano ai tmpi di Herrea (non hanno aperto neanche l'inchiesta dopo questa confessione, mentre a seguito del delirio di pazzo ci hanno processato per 7 anni, spendendo una marea di soldi per avere un'assoluzione piena.

Lancio la provoczione: se fossimo stati condannati per il doping, calciopoli non sarebbe mai esistita. Pensateci e capirete cosa intendo....

Lo scudetto, caro sig. Moratti lo doveva vincere sul campo, in questi 12 anni ed in particolar modo il 5 maggio! Vuole rubarci il nostro? Tenga, la carità la faccio volentieri a chi non ha nulla, ma ve lo rinfacceremo in eterno, mentre potremo dire che noi siamo stati ripuliti. E voi?

Siamo quasi giunti alla tanto sospirata pulizia nel calcio. Soggetti pericolosi come Moggi, Giraudo e la Juventus spariranno dal calcio che conta, cosicchè gli angeli Galliani, Sensi e Moratti possano fare il bello ed il cattivo tempo, mentre la società più gloriosa del mondo espia colpe di cui non si è macchiata.

Chiunque ci metterà i piedi in testa, verremo presi per il collo dai nuovi "re del mercato". QUesto è stato deciso, questo hanno voluto.

Ma tutto ciò, se ben ricordo, non avveniva fino a qualche mese fa. Era la Juve ad avere sempre il bastone dalla parte del manico, era la Juve a riuscire sempre a mettere insieme una super squadra senza che la proprietà invesisse 1 €, inoltre facendo quadrare i conti (altri con multimiliardari alle spalle non ci riuscivano ed avevano la squadra molto più scarsa), il tutto riuscendo ad acquistare i migliori giovani in circolazione, parcheggiandoli a fare esperienza nelle squadre minori.

Forse questa indubbia superiorità in ogni campo (sportivo, economico e di mercato) ha dato fastidio a troppe persone. Moggi e Giraudo erano troppo scomodi per altri soggetti che bramano il potere.

Mi sembra di vedere il film di Coppola: il Padrino. Il bossa mafioso viene ucciso ed il suo posto viene preso da un altro boss. Ma per tutti con l'uccisione del primo boss è una liberazione, l'inizio di un nuovo mondo più pulito, e non si rendono conto che in realtà è stato solo uno specchio per le allodole.

Anche per questo, e per molto altro, io sto con Moggi!

W L'ITALIA DELLA DISPARITA' DEI TRATTAMENTI E DEGLI SCUDETTI ASSEGNATI A TAVOLINO

5 commenti:

Max ha detto...

Anch'io sto con Moggi

Mirko ha detto...

Riflettendoci Moggi non mi sembrail mostro che hanno dipinto. Ti consiglio di leggere l'articolo di Christian Rocca che ho postato sopra a questo. Se tutto fosse vero, e non ho motivi di dubitarlo, sarebbe una bella rivincita personale e mi fa sperare per l'appello o, al limite, per il ricorso al TAR!

Max ha detto...

Anch'io ho cambiato parecchio opinione su Moggi. La cosa che mi fa incazzare è che nella società dell'informazione le idee vengono imposte, se stampa e TV dicono che la Juve merita la B tutti ci credono, e purtroppo anche tanti nostri tifosi sono ormai convinti che la B sia una punizione giusta. Per cosa? Per delle cene tra la Famiglia Moggi e la Famiglia Bergamo, per delle SIM svizzere di cui nessuno conosce l'utilizzo che ne è stato fatto e per una griglia di arbitri sulla quale Moggi e Bergamo si sono trovati d'accordo.

Max ha detto...

L'articolo di Christian Rocca (immenso) l'ho postato anch'io sul mio blog

Mirko ha detto...

Eh ci credo. Rocca è davvero un grande, credo uno dei pochi che va altre il muro d'omertà e di falsità su questa vicenda.

Per quanto riguarda la Juve, è inutile piangerci addosso. Credo che si finirà in B, non perchè lo meritiamo, ma perchè i media e le piazze hanno deciso così. Rimmarrà la più grande inguistizia calcistica di sempre e lo rinfaccierò sempre a chiunque.

Che osino darci ancora dei ladri!



juve

juve/


NON UN EURO ALLA GAZZETTA!!!

Example