sabato, maggio 12, 2007

AMARO SFOGO DI MEZZANOTTE

Calcio: Semana "Giraudo non e' nostro azionista"


TORINO - Antonio Giraudo, l'ex amministratore delegato della Juventus, non e' un'azionista di Semana srl. Lo afferma in un comunicato la stessa societa' a proposito dell'intervista resa a ''Repubblica'' da Maurizio Capobianco. ''Quanto apparso sul giornale - dice la nota - non corrisponde a verita', in quanto il dottor Antonio Giraudo non e' presente ne' in forma diretta ne' in forma indiretta nella compagine azionaria''. (Agr)



Lungi da me l'idea di pensare che questo famigerato Capobianco abbia mentito, ma in questo anno se ne sono sentite talmente tante...

In ogni caso, è ormai lampante come gli attacchi siano ormai su tutto ciò che concere la Juve e, in paricolar modo, i suoi tifosi.

Orami è chiaro a tutti come "non sia più grandita" la presenza dei bianconeri nel campionato di serie A, in quanto lede gli interessi della vera cupola del calcio: Milano (potere economico) e Roma (potere politico). La Juve è un'icona impossibile da vincere con mezzi leciti, sportivi, quindi i giornalisti fazioni ed omertosi ci facciano il piacere di parlarci chiaro. Volete che ci togliamo di mezzo? Siete stanchi, per qualsiasi astruso motivo, di vedere i bianconeri partecipare al campionato aziendale TIM? Benissimo, perchè fosse per me e per la qualsi totalità dei tifosi juventini, ci trasferiremmo immediatamente in un campionato straniero, costasse anche il ripartire da una serie inferiore, senza titoli sportivi e con la prospettiva di anni e anni di anonimato.

IO NON VOGLIO PIU' PARTECIPARE A QUESTA SERIE A TIM, NON VORREI PIU' AVER NULLA A CHE FARE CON L'ITALIA, UN PAESE DOVE SONO PERSEGUITATI GLI ONESTI MENTRE VENGONO OSANNATI I LADRI ED I CORROTTI, DOVE NON ESISTE LA PRESUNZIONE D'INNOCENZA, DOVE LE SENTENZE SONO FATTE DAI GIORNALISTI\GIORNALAI SULLA CARTA STAMPATA E SEGUONO SOLO IL VOLERE POPOLARE.

E' chiaro che noi siamo diventati di troppo e allora rinnovo l'invito alla proprietà juventina di levare le tende da questo schifoso paese. Propongo che i nostri 27 scudetti vengano spartiti tra Inter, Milan e Roma (giusto per aumantare il proprio palmares nazionale, piuttosto scarno), la Coppa dei Campioni maledetta riconsegnata all'UEFA e autorevocata in memoria dei 39 angeli morti nella maledetta notte belga, l'altra Champions League sarebbe bello venisse assegnata all'Inter, dato che ormai non ne vincono una da tempo immemore e non giocano una finale dal tempo delle calende greche. Moratti otterrà un'ulteriore vittoria in "stile Inter", ovvero a tavolino, e il popolo merdazzurro potrà finalmente festeggiare la Coppa dei Campioni dell'Onestà. Proporrei, inoltre, che le 9 Coppe Italia in bacheca vengano assegnate a "squadroni" di provincia quali Bologna, Napoli e Genoa (tre squadrette che ci odiano a morte, senza un motivo preciso, che si problamano nostri rivali quando non ne anno le caratteristiche ne storiche, ne sportive) nella misura di 3 a testa. Dite che le tifoserie di queste 3 onestissime squadre si macchierebbero mai del terribile peccato di vincere trofei cosi sporchi di corruzione? Per me si, ma posso smepre sbagliarmi. Le 3 Coppe UEFA le consegnerei una all'Inter (loro son oabituati a vincere in questo modo ), una al Milan (è l'unica Coppa che non hanno mai vinto) e l'altra alla Roma (per colmare il vuoto lasciato da quella che le è stata rubata dall'Inter alla fine degli anni 80). La Coppa Coppe la lascierei alla Fiorentina perchè non mi dimentico certo dei carisismi tifosi viola e della gloriosa ed onesta società dei Della Valle, l'unica a cui è stato contestato un illecito in Farsopoli e ancora si proclamano innocenti, che è fallita ed è ripartita per mistero divino dalla C2 e non dai dilettanti (vedere dove è finito il Ravenna a seguito del fallimento... IN ECCELLENZA!!!) e che ha saltato il succesivo campionato di C1 per volere delle stesse istituzioni contro cui ai fiorentini piace tanto protestare. Le due intercontinentali le dono una al Milan (per rifarsi diq quella persa col Boca, una squadra che da noi avrebbe disputato al limite un buon campionato di B) e l'altra all'Inter (così gli interisti possono vedere una città che non hanno mai visto, Tokyo, ed espandere la loro onestà anche nel paese del sol levante. Le 2 supecoppe europee ne restituirei una all'UEFA per lo stesso motivo della Coppa Campioni (Heysel) e l'altra la darei al Parma. Perchè? Son finiti 2 volte secondi dietro ai ladrissimi juventini, dovremo pur in qualche modo ricompensarli dei tantissimi furti subiti in quegli anni dai manigoldi bianconeri, no? Infine le tante supecoppe italiane, che darei in blocco alla squadra onesta per eccellenza, dato che sua intercettà Moratti non si rifiuterebbe mai di acquisire titoli a tavolino.

Gli altri record stabiliti dalla Juve in questi 109 anni devono essere inevitabilmente cancellati, cosicchè possano essere presto soppiantati da altre squadre più meritevoli (e oneste...). Perciò il titolo di prima squadra in Europa a conquistare TUTTE le competizioni, primato tutt'ora condiviso solo con altre 3 squadre del vecchio continente, deve ritenersi annullato in quanto le vittorie sono tutte da invalidare; la Juve non è più la squadra ampiamente più tifata d'Italia (oltre 15 milioni di cuori bianconeri) e la seconda nel mondo (poco dietro al real Madrid); il primato di partite consecutive in Europa (55 tra il 1994 ed il 1999, ultima la sconfitta casalinga col Manchester per 3 a 2) non è più nostro ma va assegnato a tavolino (o a Tavaroli) all'Inter.

Scusatemi lo sfogo, ma davvero non se ne può più! Ripeto: che sti giornalai prezzolati ci dicessero qual'è l'obbiettivo che perseguono. Se è, come credo, la nostra scomparsa, saremmo i primi ad accontentare loro, la plebaglia antijuventina che reclama constantemente il nostro sangue, gli onestissimi dirigenti rimasti nel calcio (a partire a Moratti per giungere a Galliani e Berlusconi, passando per Sensi, Della Valle, ecc...) che possono ladrare allegramente e rubare i soldi a noi poveri contribuenti italiani.

IO DI QUESTO PAESE DI MERDA MI SONO ROTTO I COGLIONI E VOTO PER L'ESTERO. Sarò un pazzo, ma voglio davvero vedere la Juve fuori dal "bel paese", fuori da questo bordello di falsi moralisti e di farcaioli da 4 soldi.

Un'ultima domanda: la solerte procura di Torino e la FICG si sono già attivate per verificare le dichiarazioni del delirante Capobianco, ma come mai, dopo mesi e mesi non hanno aperto la dovero indagine dulle dichiarazioni di De Santis e Bergamo sulle telefonate ricevute da Facchetti ed altri dirigenti? Sulla confessione dello stesso De Santis di stamani, quella in cui ha dichiarato di aver ricevuto pressioni per squalificare Ibra con la prova TV prima del famoso Juve-Milan?

Perchè se una parla contro la Juve tutti corrono, giornalai in testa, mentre se ci sono notizie, confessioni o dichiarazioni contro QUALSIASI altra squadra tutto tace? Questa per voi è giustizia? Se a voi piace così, beh, vi meritate davvero di vivere in questo paese di merda!

3 commenti:

Anonimo ha detto...

In questa Italia non esiste più una vera giustizia in tutti i campi sia civile che sportivo.

Francesca ha detto...

Entrare in questo blog è come respirare finalmente aria pulita! Condivido tutto ma proprio tutto di questo articolo.

Mirko ha detto...

Grazie Francesca, era uno sfogo. Erano parole che non potevo più tenere dentro.

E' assurdo questo paese. Diamo dei paradossi viventi agli americani, ma è meglio guardarci un pò in casa nostra!

Mirko



juve

juve/


NON UN EURO ALLA GAZZETTA!!!

Example