venerdì, novembre 30, 2007

PRESENTAZIONE DI MILAN-JUVENTUS

E così, finalmente si torna a Milano. Ma, a differenza di come dicono in molti, NON DA FAVORITI, sebbene la classifica nostra sia nettamente migliore della loro. Sarebbe un imperdonabile errore crederci superiori e non interpretare la partita con la consueta cattiveria e concentrazione.

Direi che sia fin troppo facile commentare questa partita in quanto sono ormai 4\5 anni che il Milan utilizza lo stesso stile di gioco e più o meno gli stessi uomini. C'è da considerare, inoltre, che difficilemnte i rossoneri sbagliano partite così importanti, ma anche il fatto che saranno un pò stanchi dalla tirata partita di 2 giorni fa a Lisbona, acciaccati in qualche uomo (Ronaldo e Jankulovski su tutti) e con un giocatore diffidato (Gattuso) che in caso di amminizione salterà il derby (in quanto giocheranno il mondiale per club saltando la trasferta di Reggio e la partita in casa col Livorno, rientrando proprio per la stracittadina; considerazione questa che nessun giornale ha fatto). In ultima analisi c'è da capire se avranno già la testa a Tokio (difficile) e se cercheranno di sprecare meno energie possibili ed evitare infortuni (più probabile).

Stanti queste considerazioni e calcolando che il Milan è pur sempre una delle squadre più forti del globo, credo che le formazioni che scenderanno in campo siano quelle annunciate, ovvero con Dida, Oddo, Nesta, Kaladze, Maldini, Pirlo, Gattuso, Ambrosini, Seedorf, Kaka e Gilardino per i padroni di casa, Buffon, Zebina (o Grygera), Legrottaglie, Chiellini, Molinaro, Camoranesi, Nocerino, Zanetti, Nedved, Iaquinta (favorito su Del Piero) e Trezeguet.

Come dicevo in precedenza, il gioco del Milan non lo si scopre in questa stagione, come non sono nuovi i metodi per fermarlo. Pirlo è il faro della manovra, tutte le azioni passano da lui ed è in una condizione favolosa. Probabile che lo si marchi ad uomo e per quetso scopo l'ideale è Nocerino. Kaka è la luce, l'uomo che salta l'avversario e crea la superiorità numerica che è la maggior via da rete dei rossoneri: agirà come al solito tra le due linee e fermarlo può diventare un problema. In marcatura du di lui metterei Zanetti, anche se è un grande rischio lascarlo 1 contro 1. Mi aspetto una grande prova dei due centrali difensivi, anche se l'ormai consolidata tattica del fuorigioco, amche se spesso fatta benissimo, puù creare molti problemi con attaccanti che giocano sul filo dell'offside come Gilardino e, soprattutto, l'ex Inzaghi.

Allora come disporsi?

Io imposterei una partita d'altri tempi, ovvero tutti dietro la linea della palla e disposti con un 4-5-1 molto basso, nel quale si deve cercare di difendere al meglio per poi ripartire in contropiede. E' chiaro che il Milan vorrà fare la partita in quanto è nel suo DNA, cercando la prima vittoria casalinga in campionato. Generalemnte giocano con i due terzini molto propositivi, con Pirlo a fare gioco supportato da due mastini come Gattuso ed Ambrosini, con Seedrof e Kaka ad inventare per Gilardino o per la conclusione personale. Quindi piazzerei la consueta difesa a 4 con Grygera (meglio di Zebina, se recupera), Legrottaglie, Chiellini e Criscito (che continuo a preferire a Molinaro, molto vigoroso ma troppo grezzo ed essenziale), con un bel centrocampo a 5 in cui Zanetti sarebbe il vertice basso atto a contenere Kaka, Nocerino e Tiago al centro, col primo a pressare Pirlo in fase di non possesso e due estreni (Camo e Nedved, ma non disprezzerei nemmeno Iaquintone o Palladino) che devono farsi il mazzo dando man forte al centrocampo e assistere l'unica punta Trezeguet. Nelle mie intenzioni la zona mediana a 5 è fondamentale (soprattutto nei 3 centrali) in quanto la squadra milanese è schierata a rombo (Pirlo play basso, Kaka vertice altro, Gattuso e Ambrosini laterali accentarti), per cui non avere 3 incontristi nel mezzo può significare un suicidio tattico. Tiago meglio di Almiron per favorire il possesso palla ed il palleggio.

La previsione non è mai stata tanto difficile da fare. Le variabili in gioco sono troppe, così come le incognite. Se dovessi scommetterci qualche soldo punterei su un X2, ma forse è solo la mia juventinità a parlare. Direi un 1-1, con reti di Camoranesi e pareggio di Kaka (probabilmente su rigore). Prevedo inoltre (ma soprattuttuo spero in) una partita senza episodi dubbi e torti arbitrali, sia in favore dell'una che dell'altra squadra. Se vengono i 3 punti benissimo, sarebbe la controprova che la Juve c'è seriamente per lo scudetto, se si perde poco male: una neopromossa non deve fare drammi per una sconfitta contro i campioni e supercampioni d'Europa.

Forza ragazzi, come contro Roma e Inter, come contro il Palermo: cuore e grinta e vincete per noi!!!

1 commento:

Ale ha detto...

noi non siamo nè SAREMO MAI una neopromossa.
noi siamo la Juventus FC 1897, la più grande squadra del mondo e andiamo a Milano senza paura per vincere.
ciao



juve

juve/


NON UN EURO ALLA GAZZETTA!!!

Example